La rappresentazione teatrale dedicata alla "Strìa de Nàe", tale Benvegnuda Pincinella, nasceva da un'idea di Armando Signorini, Presidente dell'Associazione Valtrompia Storica.  

Ovviamente per dare corpo ad un'idea serviva il coinvolgimento di "professionisti": Claudio Mazzacani regista del Gruppo Teatrale Dedalo con la collaborazione di Maria Filippini Lazzari, autrice di commedie in lingua dialettale bresciana, hanno realizzato quello che il presidente dell'associazione aveva solo sognato.

Il 22 agosto 2008 presso la festa medievale organizzata nel Parco di San Martino, in via Seradello a Sarezzo, andava in scena la "prima" della rappresentazione teatrale: "Benvegnuda Pincinella, la strìa de Naè".

La storia la risale al XVI secól, èn piena Inquisisiù. Som presisamente nel 1518, quando dè le persune, secondo gli atti del procèss, le và dal Giudice Inquisitùr dè Bressa, a giurà che Benvegnuda Pincinella dè Naé, la sé dedica a la stregoneria, la ga contatti co ‘l diàol e la guarés con incantesini e strane pusiù.

Pincinella l'era 'na contadinòta che per tra 'nsèma 'l dìsnà co la séna la fàa la medegòta. Le fomne de Nàe i la ciamàa quàndo le gh'ìa 'n casa 'n malàt che 'l stantàa a tràs fora del let.

E'n piàssa de là Loza i Bressà i vardàa 'l foch còi occ fera del co, la pèl d'oca e 'l cor engremit, e i stopàa le orèce pèr mia sènter  i grìcc che vegnìa fora da le fiame.

 

 

locandina-pincinella-copia.jpg - 843,46 kB

Il 16 giugno 2017, a distanza di 9 anni dalla prima rappresentazione l'Associazione Valtrompia Storica, in collaborazione con l'Associazione ScopriValtrompia e con la partecipazione della Filodrammatica Dedalo diretta splendidamente dalla signora Renata Gipponi, ha riproposto la Commedia.

Lo scenario è la splendida dimora secentesca posta nell'antico borgo di Lavone, messa a disposizione, per l'occasione, dalla famiglia Piotti, gli attuali proprietari, ai quali vanno i nostri più sentiti ringraziamenti.

 

In questa sezione potete trovare il testo integrale della commedia dialettale